Ricerca

Categorie

Blogroll

Archivi

Shabbat a casa Shalit – Tg2 e Tg1

di Claudio Pagliara | 24 giugno, 2010

Noam Shalit, il padre di Gilad, è a Roma, dove stasera parteciperà alla manifestazione per la liberazione del figlio, da 4 anni prigioniero di Hamas a Gaza. In segno di solidarietà, verranno spente le luci del Colosseo. Prima della sua partenza, ho trascorso con Noam e la sua famiglia uno shabbat, il sabato ebraico, nella loro casa di Mitzpe Hila, in Alta Galilea.

Per il servizio su Tg2 ore 1300 del 24 giugno 2010, clicca qui

Per il servizio su Tg1 ore 13,30 del 24 giugno 2010, clicca qui

Il racconto dell’incontro sul mio sito ufficiale: www.claudiopagliara.it

Categoria: Politica, Terrorismo | 1 Commento »

Parla il padre di Gilad Shalit – Tg2 13,00 del 16/06/2010

di Claudio Pagliara | 17 giugno, 2010

“Grazie Italia”. Noam Shalit, che sarà a Roma il 24 giugno allo spengimento delle luci del Colosseo. ringrazia il nostro Paese per il sostengo alla campagna per la liberazione del figlio, Gilad, da 4 anni nelle mani di Hamas. Nella intervista che mi ha concesso chiede all’Europa di non usare due pesi e due misure. “La stessa pressione che viene esercitata su Israele per aprire a tutti i beni le porte di Gaza andrebbe esercitata su Hamas per farle accettare l’offerta del premier Netanhyahu, 1000 detenuti palestinesi in cambio di mio figlio”.

Per vedere l’intervista, clicca qui – Tg2 13,00 del 16 giugno 2010

Categoria: Politica, Terrorismo | Nessun commento »

Nabucco a Masada – Tg2 ore 1300

di Claudio Pagliara | 6 giugno, 2010


Masada. Una cornice d’eccezione, Massada, per l’opera ebraica di verdi: il Nabucco.

Per vedere il servizio sul tg2 delle 1300 del 6 giugno 2010 clicca qui

Categoria: Cultura | 2 Commenti »

TV7 – Free market Gaza

di Claudio Pagliara | 5 giugno, 2010

Gaza. Benevnuti nel più grande mercato di contrabbando del mondo. A Rafha, al confine con l’Egitto, la merce che arriva a Gaza attraverso i tunnel: cemento e coca cola, elettrodomestici e automobili. In barba alla lista draconicana di beni proibiti stilata dalle autorità israeliane. L’embargo imposto da Israele ridotto a una tragica farsa. Le navi che hanno tentato di forzare il blocco navale hanno riacceso i riflettori sul destino della Striscia di Gaza sotto controlla di Hamas. Le vocei, le immagini nel mio reportage su Tv7 del 4 giugno 2010.

Per vederlo clicca qui: Tv7 4 giugno 2010 (il servizio comincia a 28’40”)

Categoria: Politica, Terrorismo | Nessun commento »

Tv7: “Un angelo, non un martire”

di Claudio Pagliara | 23 maggio, 2010

Un grande scrittore israeliano, voce del campo della pace, Amos Oz e un famoro avvocato palestinese, Elias Khoury: “Incontri per la pace” al Tv7, il settimanale del Tg1. Il figlio di Elias Khoury, George, 20, è ucciso nel 2004 dal suo stesso popolo, da militanti palestinesi che lo hanno scambiato per un ragazzo ebreo. Ai funerali, un emissario di Arafat lo definisce “martire”. La mamma di George lo interrompe: “Mio figlio non è un martire, è un angelo”.

6 anni dopo la tragedia, Elias Khoury, un avvocato che difende i diritti dei palestinesi a Gersualemme,  commemora il figlio gettando i mattoni di un ponte tra israeliani e mondo arabo. Un ponte di parole. Ha finanziato la traduzione in arabo di “Una storia di amore e di tenebra”, il grande affresco autobiografico di Amos Oz che racconta la nascita dello Stato di Israele attraverso gli occhi dei nonni e dei genitori dello scrittore, ebrei di origini europee, emigrati nella Palestina sotto Mandato Britannico appena in tempo per sfuggire alla catastrofe nazista.

Il reportage è nel Tv7 del 21 maggio 2010 – Clicca qui e vai a 50’10” dall’inizio

Categoria: Cultura, Politica, Ponti | 2 Commenti »

Eucalyptus, la Bibbia come menu Tg1 1330 – Tendenze

di Claudio Pagliara | 12 maggio, 2010

C’è a Yemin Moshe, nel Quartiere degli artsti, a Gerusalemme un ristorante che si fa vanto di usare solo ingredienti citati nella Bibbia. Moshe Basson, il cuoco, ha creato “chef per la pace”, un club che riunisce cuochi ebrei, musulmani e cristiani con un messaggio: “Anche nei momenti bui del conflitto, nelle cucine di Gerusalemme, cuochi di tutte le religioni hanno sempre lavorato gomito a gomito”

Servizio sul Tg1 1330 “Tendenze” (il secondo della rubrica”). Per vederlo clicca qui.

Categoria: Società | Nessun commento »

Tg2 – Maratona Pace Betlemme Gerusalemme

di Claudio Pagliara | 26 aprile, 2010

Anche una partita di pallavolo nel piazzale davanti al Muro nel corso della maratona Betlemme Gerusalemme “Giovanni Paolo II”, giunta alla sua VII edizione. Per la prima volta, gli atleti israeliani hanno percorso tutto il tragitto.  L’atmosfera era rilassata, grazie agli enormi passi avanti fatti dall’Autorità palestiense di Abu Mazen e Salam Kayyad per ripristinare legge e ordine nei Territori.  

Servizio su Tg2 ore 1300. Per vederlo clicca qui.

Categoria: Politica, Religioni, Società | Nessun commento »

TG2 -Sparatoria al Santo Sepolcro

di Claudio Pagliara | 24 aprile, 2010

La follia di un fedele che si rifiuta di uscire dal Santo Sepolcro ed estrae un grande coltello, costringendo la polizia a sparare, riporta alla ribalta una sindrome poco conosciuta: la sindrome di Gersualemme. La spiritualità della città santa è capace di far esplodere la follia latente in soggetti a rischio. C’è persino una clinica che cura i casi più gravi.

Servizio sul Tg2 13,00, per vederlo  clicca qui

Categoria: Religioni | Nessun commento »

Tg2: Mar di Galilea orfano di miracoli

di Claudio Pagliara | 22 aprile, 2010

Il pasce San Pietro ha abbandonato il Mar di Galilea. La pesca in crisi nel lago sulle cui sponde Gesù compì il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Il governo israeliano impone uno stop di due anni. Colpa del global worming, ma anche della miopia dei pescatori, che non esitano ad usare sistemi proibiti per aumentare il “bottino”

Servizio sul Tg2 Costume e società del 21 aprile 2010: per vederlo clicca qui

Categoria: Economia | Nessun commento »

Tg2 – Netanyahu jr (quasi) campione di Bibbia

di Claudio Pagliara | 21 aprile, 2010

Avner, il figlio 15enne di Benjamin Netanyahu, non ce l’ha fatta. E’ arrivato solo terzo al concorso biblico che come vuole la tradizione si è tenuto nel giorno in cui Israele festeggia la sua indipendenza. Avner è caduto proprio sull’ultima domanda, quella che viene posta dal Primo Ministro. Per evitare accuse di nepotismo, Netanyahu ha letto una domanda preparata dalla giuria.

La Bibbia materia di studio nmelle scuole israeliane. Per questo la conoscenza del “Libro” è molto più diffusa che nel nostro Paese.

Servizio sul Tg2 ore1300 del 20 aprile 2010 – per vederlo clicca qui

Categoria: Cultura, Politica, Religioni | 2 Commenti »


« Precedente Prossimo »