Ricerca

Categorie

Blogroll

Archivi


« | Main

Candelotti contro i manifestanti di Hong Kong, Tg1 13.30, 29/9/2014

By Claudio Pagliara | febbraio 28, 2017

Hong Kong offre scorci surreali, stamani. Strade di solito intasate da fiumi di auto sono deserte; studenti che invece di stare in classe sono seduti sull’asfalto, smartphone e tablet  aperti sui social network, che come a nelle piazze della primavera araba  sono lo strumento principe per tenersi in contatto. I sit-in nella notte si sono moltiplicati.  A Causeway, un’area commerciale di lusso, la strada principale è bloccata da centinaia di studenti. Hanno gli occhi stropicciati di chi ha passato una notte di veglia, nel timore di un assalto della polizia che non c’è stato.  Lo stesso accade a Mongkok, il cuore di  Kowloon, un popolare quartiere di  bar, ristoranti e negozi roccaforte delle Triadi, la mafia cinese. I trasporti sono fortemente perturbati: cancellate oltre 200 linee di autobus. Anche l’attività finanziaria ne risente: decine di banche sono rimaste chiuse; la Borsa è in picchiata.  Mai Hong Kong aveva vissuto una notte come quella appena trascorsa. Decine di migliaia di persone si sono riprovate davanti ai palazzo del governo per chiedere quelle elezioni democratiche che Pechino non vuole concedere. Ripetutamente, la folla è stata bersagliata con candelotti lacrimogeni,  con l’unico risultato di spingere ancor più gente ad unirsi alla manifestazione.

 

Comments

comments

Topics: Senza categoria | No Comments »

Commenti