Ricerca

Categorie

Blogroll

Archivi


« | Main | »

Happy Valentine day form Gaza

By Claudio Pagliara | febbraio 14, 2010

Oggi sono stato con il collega Beppe Di Matteo e la producer Lana a Rafah, nella parte meridionale della striscia di Gaza, dove si estendono, per 300 ettari, serre di garofani, una attività che costituisce una delle principali risorse economiche per questa area. Dopo 3 anni di blocco, Israele a novembre ha concesso nuovamente l’autorizzazione agli agricoltori di esportare fiori.

Già 5 milioni di garofani hanno raggiunto il mercato europeo. Il principale paese importatore, incredibile ma vero, è l’Olanda. La fioricoltura da lavoro a circa 500 persone.

Una goccia nel mare della povertà di Gaza. Ma pur sempre un segnale di speranza nel “Valentine day”, il giorno di San Valentino. E non è il solo. Lo scorso venerdì, nei sermoni in Moschea gli imam di Gaza  hanno ricordato ai fedeli che San Valentino non è una festa musulmana, invitandoli a non celebrarla. In questo, però, inascoltati. I negozi che vengono regali e fiori per San Valentino stamani a Gaza City erano presi letteralmente d’assalto.

Comments

comments

Topics: Società | 1 Comment »

Una risposta per “Happy Valentine day form Gaza”

  1. Arik Strulovitz scrive:
    febbraio 14th, 2010 alle 19:36

    Che bella notizia, Claudio, speriamo arrivi presto il giorno in cui tutti i Palestinesi potranno vivere in pace e serenità, coltivando fiori per esportarli e per sfamare con dignità tutti quanti, anzichè fabbricare missili ed “esportarli”… provocano solo dolore e distruzione…
    Arik da Milano.

Commenti