Ricerca

Categorie

Blogroll

Archivi


« | Main | »

Pasqua a Gerusalemme, aspettando il Papa

By Claudio Pagliara | aprile 12, 2009

Buona Pasqua da Gerusalemme!

Stamattina sono andato al Santo Sepolcro. Alle 7,30 in punto, ha fatto ingresso nella Basilica la processione guidata dal patriarca latino Fuad Twal, che ha officiato la messa nell’angusto spazio davanti alla tomba vuota di Gesu’. Alle 8 un’altra porcessione, quella degli ortodossi siriani e alle 8,30 e’ stata la volta degli ortodossi greci: i due gruppi agitavano le foglie di palma. Mentre per i cristiani di rito latino, infatti, oggi e Pasqa, per i cristiani ortodossi e’ la Domenica delle Palme: bizzarrie dei rispettivi calendari che solo una volta ogni 4 anni coincidono. 

Nella Basilica,  mi sono imbattuto in padre Atanasio, il responsabile francescano per lo “status quo”, il decreto ottomano della metà del 1800 che nelle intenzioni del Sultano avrebbe dovuto porre fine a centinaia di anni di guerre intestine tra le varie confessioni cristiane per il controllo dei luoghi santi, fotografando la situazione esistente all’epoca. Lo status quo, in realta’, non ha affatto impedito le lotte tra le diverse confessioni, che anacronisticamente proseguono ancora oggi, fino alle botte da orbi che si sono dati lo scorso novembre per futili questini i greci e gli armeni. VIDEO

Ho chiacchierato amabilmente con padre Atanasio dei preparativi per la visita di Benedetto XVI. Ho appreso cosi’ che, al contrario di quanto si pensi,  l’afflusso di pellegrini in Terra Santa non e’ in aumento. L’effetto Papa non si fa sentire. Più forte la crisi economica mondiale. In ogni caso, i fedeli che volessero venire in Terra Santa durante la visita di Benedetto XVI – dall’8 al 15 maggio – possono scordarsi un incontro ravvicinato. La struttura della città vecchia, un reticolo di viuzze, e le comprensibili preoccupazioni di sicurezza lo rendono estremamente improbabile. L’unica opportunita di incontrare il Papa sarà per i fedeli la messa all’aperto in programma il 14 maggio a Nazareth. Le autorità locali sono impegnate in una corsa contro il tempo per preparare il sito prescelto in tempo utile. Anche le previsioni inizialmente fatte dalla autorità israeliane circa l’afflusso dei pellegrini – 40 mila – sono ora giudicate eccessive. 

Comments

comments

Topics: Religioni | 2 Comments »

2 risposte per “Pasqua a Gerusalemme, aspettando il Papa”

  1. Laura Collinoli scrive:
    aprile 13th, 2009 alle 14:30

    L’effetto Papa non si fa sentire, per numero di pellegrini… speriamo si possa sentire in termini di pace! Felice Pasqua e buona Pasquetta…

  2. Claudio Pagliara scrive:
    aprile 13th, 2009 alle 18:03

    Grazie, Laura. Mi associo alla tua speranza. Buone festività a te.

Commenti